Miglior lettino co sleeping 2023: cuoricini, Chicco o in legno. Le tendenze

Miglior lettino co sleeping 2023: cuoricini, Chicco o in legno. Le tendenze

La consapevolezza dei benefici che il co sleeping può avere sullo sviluppo neuronale del bambino sta portando i neo genitori ad orientarsi sempre più verso strutture che aiutino a praticarlo senza correre rischi.

I benefici di questa tecnica sono molti, a partire da quello più pratico, di avere durante la notte il bambino sotto controllo. Si può osservare se dorme nella posizione giusta o se qualcosa può ostacolare la corretta respirazione.
Favorisce l’allattamento notturno, infatti utilizzando le culle per il cosleeping non ci si deve alzare quando il bambino si sveglia per le poppate durante la notte, e per questo le mamme non ringrazieranno mai abbastanza!

Noi de La Casa Del Bebé proponiamo tantissimi modelli di culle per neonati per il cosleeping, tutte diverse tra loro per venire incontro alle esigenze di tutti i futuri genitori.

Lettini Co sleeping Chicco 2023

Il modello Chicco, Next to me è stato forse il primo lettino, ad essere uscito sul mercato, ad aver favorito questa pratica anni orsono. Tanto che lo stesso nome “Next to me” è diventato sinonimo di questa categoria di lettini, andando a indicare proprio la caratteristica principale, quella di avere il bambino accanto a sé.

Il modello viene aggiornato periodicamente da Chicco ma è ormai iconico e conosciuto da tutti.
La culla semplice e in tessuto, risulta morbida con i laterali in rete traspirante e trasparente. In più, per avere un totale controllo, il lato verso la mamma si apre in maniera pratica tramite una zip, una volta agganciata al letto si può controllare.

I lettini per neonati Cuoricini

Il lettino per il cosleeping di Cuoricini coniuga le forme classiche del lettino in legno con l’esigenza del cosleeping.
Permette infatti in maniera semplice ed intuitiva di abbassare una sbarra ponendola sotto al lettino, e agganciando questo al letto di mamma e papà.
Inoltre le misure ridotte rispetto ai classici lettini in legno, permettono l’utilizzo della culla fino ai 3 anni circa ma al tempo stesso lo rende poco ingombrante, perfetto per le case moderne in cui gli spazi sono ridotti.

Culle in legno per maggior sicurezza

Se l’idea del cosleeping vi mette a disagio, potete sempre optare per le classiche culle. Principalmente in legno, bianco ma ora disponibili anche in altri colori, i lettini per neonati in legno sono un grande classico dell’arredamento.
Da quelle classiche e senza tempo ai modelli più contemporanei con inserti in plexiglass, colorati o trasformabili, ne abbiamo per tutti i gusti!

Classifica miglior lettino co sleeping 2023

Sul nostro sito La Casa Del Bebé troverete solo le ultimissime novità e i modelli più gettonati; dai classici Chicco e Foppapedretti, a Cuoricini, Brevi e molti altri.
Il Kinderkraft NESTE UP è stato definito Il miglior lettino per co sleeping. Molto simile alla Next to Me di Chicco, che rimane sempre nella Top 3 dei lettini, è estremamente pratico e utile durante i primi mesi.

Trattandosi dell’arredo principale, e il primo, ad essere acquistato quando un bebè è in arrivo, consigliamo sempre di affidarsi a brand noti e riconosciuti per gli alti standard di sicurezza, che utilizzino materiali sicuri per i più piccoli.

Sul nostro sito o nei nostri showroom troverete solo i migliori brand selezionati, oltre a tutto ciò che serve per accogliere al meglio il tuo bambino.

Il miglior passeggino leggero

Il miglior passeggino leggero

Quando i bambini cominciano ad avvicinarsi all’anno, aumentando notevolmente di peso, spesso nasce l’esigenza di utilizzare un passeggino più leggero, pratico e versatile.
I trio oggi sono sempre più leggeri ma un ultraleggero è imbattibile, utile soprattutto nei viaggi e negli spostamenti. Ormai sempre più piccoli e compatti nelle dimensioni, hanno telai snelli e al tempo stesso robusti capaci di sopportare pesi mediamente fino a 22 kg. Questo vuol dire che anche se si opta per un modello più costoso, l’investimento può valerne la pena in termini di utilizzo e se si ha un secondo figlio in arrivo si saprà già che si andrà ad utilizzare per molto ma molto tempo.

Il miglior passeggino leggero

I passeggini leggeri ormai esistono per tutte le tasche e tutte le esigenze, è possibile decretarne uno migliore tra tutti? Probabilmente no. Il consiglio che diamo è che l’ultraleggero sia maneggevole e facile da chiudere. Esistono modelli come il Quid di Chicco che si chiude da solo, con un solo click, perfetto per le mamme che si spostano spesso da sole con il bambino, in questo modo diventa molto semplice tirarlo fuori dal bagagliaio anche quando il bambino non è ancora autonomo e si tiene in braccio. Modello molto simile e firmato Monnalisa per Leclerc. Un movimento fluido vi permetterà di aprirlo in pochissimo tempo.

Se vi occorre qualcosa di ancora più compatto e piccolo, allora il Libelle di Cybex è quello che vi occorre. Il telaio si richiude come un libro riuscendo ad infilare anche in una borsa volendo. Perfetto per le famiglie che viaggiano e vogliono qualcosa di veramente maneggevole.

Passeggino leggero

Se vi occorre un passeggino leggero che non abbia “effetti speciali” ne troverete tantissimi modelli sul sito e presso gli showroom de La Casa Del Bebè. Tutti si chiudono in maniera compatta, studiati per essere riposti nei bagagliai delle auto o nelle cappelliere di treni e aerei, comodamente.

Prezzi del passeggino leggero

I prezzi possono veramente variare notevolmente, in base al tipo di tecnologia, telaio e finiture che cambiano da modello in modello.
Sul nostro sito puoi troverai tutti i migliori modelli sul mercato, per tutte le fasce di prezzo. Valuta le caratteristiche e trova il modello che fa per te.

Borse nascita: utilità e utilizzo

Borse nascita: utilità e utilizzo

Per tradizione, abitudine o scaramanzia, arrivati al settimo mese di gravidanza ogni donna in attesa si è sentita chiedere se avesse già preparato la borsa nascita, meglio conosciuta come la “valigia per l’ospedale”.
I bambini nascono terminati i nove mesi di gravidanza ma in qualche caso qualcuno che ha fretta di venire al mondo, non riesce ad attendere fino al termine, per questo è sempre bene avere pronta, almeno con il necessario, una borsa per la nascita.

A cosa servono le borse nascita

All’interno ci si ripone tutto l’occorrente per mamma e bebè che può tornare utile nelle ore prima della nascita e nei giorni immediatamente successivi. Trattandosi di un momento speciale per una donna, esistono linee dedicate a questo genere di valige e borse che, oltre ad essere pratiche sono sempre molto romantiche e tenere.
L’idea è quella di regalare o regalarsi una borsa che vi accompagnerà in un momento unico, e ogni volta che la riutilizzerete vi ricorderete di quei giorno, quando avrete finalmente conosciuto il vostro bimbo.

Borsa nascita o valigia parto: quale scegliere?

La scelta tra borsa e valigia è estremamente personale, dipende da come ci si trova solitamente. L’importante è considerare che non sono poche le cose da portare con se in ospedale, tanto per quanto riguarda la mamma che per il bebè.
Pensate a come solitamente fareste la valigia, a come vi piace riporvi le cose e a come dividereste quelle vostre da quelle del bambino. Magari fate delle prove, avrete tutto il tempo per decidere!

Cosa mettere all’interno delle borse nascita

Ma cosa va messo nella borsa nascita? Solitamente gli ospedali, tramite i medici e le ostetriche che seguono la gravidanza danno delle indicazioni su cosa portare. Sicuramente per la mamma vanno portati diversi cambi, una camicia da notte per il parto con i bottoni, per favorire l’allattamento, e pigiami puliti per i giorni successivi, assorbenti per le perdite post parto e le mutandine post parto, che possono essere usa e getta o lavabili, estremamente comode per i giorni a venire.

Per il bambino sono essenziali i diversi cambi, da dividere in bustine, il primo, da portare con se in sala parto con cui gli operatori del nido vestiranno per la prima volta il/la piccolo/a, completo di cappellino, e i cambi per i giorni successivi, nonché quello per l’uscita, il momento tanto atteso. Da quel momento in poi la vostra famiglia comincerà una nuova avventura.

Sul sito de La Casa Del Bebé e nei nostri showroom troverete tantissimi tipologie di borse nascita oltre a tutti gli accessori indispensabili per accogliere al meglio il tuo bambino.

Idee e consigli su come arredare la cameretta dei tuoi bambini

Idee e consigli su come arredare la cameretta dei tuoi bambini

Quando è in arrivo un bebè non c’è cosa più bella che cominciare a progettare la sua cameretta. Uno spazio in cui vederlo crescere, fare le prime scoperte e giocare.
Spesso si personalizza in base al sesso del bambino o ad un trend che va di moda, con un personaggio, un motivo ricorrente. Ma cosa serve nella camera di un neonato?

Cameretta bambini: alcuni consigli generali

Da esperti nel settore consigliamo sempre il meglio ai futuri genitori che visitano i nostri showroom o il nostro sito web. I consigli che diamo più spesso è quello di scegliere materiali durevoli, prodotti che possano accompagnare nella sua evoluzione i bambini, con tutte le esigenze che ne conseguono.

Quello che serve inizialmente ad un neonato è sicuramente una culletta. Piccola o grande, evolutiva o classica, questo dipende dallo spazio che si ha a disposizione e a quale prodotto si preferisce. Oltre ad una comoda culletta, ciò che serve è sicuramente un fasciatoio. Soprattutto nei primi tempi la stanza sarà adibita più a nursery, quindi per il cambio pannolino e per riporre le cose del bebé.
Un fasciatoio con comodo contenitore a cassettoni è l’ideale per avere sempre a portata di mano tutto ciò che serve per l’igiene del bambino. Inoltre nei cassetti si possono riporre anche le tutine e i primi vestitini.

Se volete completare la cameretta, un bell’armadio vi accompagnerà per molti anni, utile quando il bambino diventerà più grande e servirà appendere alle grucce i vestiti, oltre che a riporre coperte, lenzuola e altro.

Solitamente questi tre pezzi di arredamento si possono trovare in combinata, così da utilizzare lo stesso stile per tutti.

Cameretta bambini: come scegliere i mobili

Lo stile, come tutto, è estremamente personale. Per questo consigliamo di seguire sempre i propri gusti, magari anche lo stile complessivo della casa, per acquistare un prodotto che non stancherà facilmente.
Gli stili sono tanti, da quello classico e romantico a quello moderno, anche i colori a disposizione sul nostro sito sono tantissimi, in base anche alle proposte del brand.

Cameretta bambini: come scegliere la culla

Di culle ormai ne esistono veramente tantissime, da quelle evolutive, che seguono la crescita del bambino, a quelle studiate per gli ambienti piccoli, con misure più ridotte. Non passano mai di moda poi, le culle grandi, che si trasformano in lettino, che oggi si colorano con simpatici personaggi, come orsetti o cagnolini.
Se inizialmente non volete utilizzare una culla troppo grande per il vostro neonato, è possibile optare per un modello “next to me”, o una culla più classica in rafia, che avvolge il piccolo. Le opzioni sono veramente tante, basta trovare quella adatta alle proprie esigenze.

Sul nostro sito troverai tantissimi tipi di culle oltre a tutti gli arredi necessari per la cameretta del tuo bebé. Scopri come accogliere al meglio il tuo piccolo.

Dispositivi antiabbandono

Dispositivi antiabbandono

Normativa sui dispositivi antiabbandono

Dal 1 ottobre 2018 è obbligatorio avere agganciato al sediolino auto del proprio bambino anche il dispositivo antiabbandono. La normativa è stata inserita a seguito di tristi avvenimenti che hanno coinvolto bambini molto piccoli, incapaci quindi di chiedere aiuto, rimasti per troppo tempo in auto con un tristissimo epilogo.

Una normativa che quindi è stata introdotta sostanzialmente per aiutare i genitori che travolti dal caos quotidiano potrebbero incappare in incidenti simili. L’obbligo è previsto dalla legge, in caso di mancanza del dispositivo si può andare in contro ad una multa, e se ripetuto a distanza di tempo si può rischiare anche il ritiro della patente.

Tipologie di antiabbandono

I dispositivi antiabbandono sono di due tipi fondamentalmente, quelli che si agganciano alla cintura del seggiolino auto e quelli che, come una tavoletta si posizionano tra il sedile e il seggiolino, fruttando la pressione del peso del bambino. Entrambe le tipologie sono collegabili al telefono tramite app, nel caso in cui l’auto risulti ferma da troppo e il dispositivo risulti agganciato o rilevi il peso del bambino, un allarme partirà sul telefono dei genitori per verificare che il bambino non sia da solo in auto da troppo tempo.

Seggiolini antiabbandono

Oltre ai dispositivi antiabbandono esistono anche i seggiolini antiabbandono. I modelli di ultimissima generazione, come ad esempio i Cybex, hanno questo dispositivo integrato. La soluzione perfetta per avere con se entrambi i prodotti. Ideale anche nei casi in cui si ha più di un’automobile, e il seggiolino deve essere spostato a seconda di quella che va usata.

Come scegliere il dispositivo antiabbandono

Il dispositivo va scelto in base a come si trova più comodo installarlo. Se si preferisce quello ad aggancio o a pressione. Consigliamo di acquistarlo contestualmente al sediolino auto, così da montarlo insieme al sediolino evitando di dimenticarlo. Se temete che con il tempo il vostro bambino possa sganciare quello a pressione, potreste optare per la versione tappetino.

Dove comprare il dispositivo antiabbandono

I dispositivi antiabbandono sono disponibili in diverse tipologie sul sito de La Casa Del Bebè, dove è possibile acquistare anche il seggiolino stesso e tutto ciò che occorre per accogliere al meglio il vostro bambino.

Passeggini per neonati? Ecco la guida pratica per neogenitori

Passeggini per neonati? Ecco la guida pratica per neogenitori

Il passeggino è una delle prime cose da valutare quando si è in attesa di un bambino. In commercio ormai esistono passeggini di ogni tipo e forma. Il consiglio per scegliere quello più adatto a se e al proprio bambino è quello di valutare le caratteristiche in base al proprio stile di vita, alle esigenze, aspetti che in tanti non valutano, come la dimensione dell’ascensore o del portabagagli.

Questo è il consiglio che diamo sempre ai clienti che ci contattano tramite il nostro sito e che vengono nei nostri showroom a scegliere il proprio passeggino, per evitare che una volta tornati a casa con il proprio bebè ci si renda conto che il carrozzino non entra in ascensore o risulti troppo ingombrante per l’auto o negli spostamenti quotidiani.

Un passeggino dovrà semplificarvi la vita e aiutarvi a portare sempre con voi il vostro bambino.

A che età è consigliabile usare il passeggino

Esistono passeggini in commercio che sono utilizzabili fin dalla nascita, poiché comprendono dei riduttori che consentono ai neonati di stare comodamente e in sicurezza. Questi sono consigliati alle coppie il cui bambino nascerà durante l’estate, o comunque in un periodo caldo, poiché così sarà sempre fresco e ventilato. Questo tipo di passeggino potrà essere utilizzato a lungo. Per quanto riguarda altri tipi di passeggini è bene aspettare che il bambino riesca a stare seduto, correttamente e in autonomia, o se risulta troppo grande per la navicella, è possibile utilizzare il passeggino con lo schienale reclinato, così da evitare di farlo sedere forzatamente.

Come scegliere il passeggino per neonati

I passeggini dei trio sono ormai sempre più pratici e leggeri. Con il telaio richiudibile che entrano comodamente nel portabagagli o si alzano con una mano.
Cybex ad esempio permette di scegliere il proprio trio tra due telai, Priam e Mios, di dimensioni diverse perfetti per tutte le esigenze.
Anche il trio Inglesina, con il nuovo modello Electa, propone un telaio più leggero, agile e pratico. Garantisce stabilità tanto in città quanto in campagna.

Queste caratteristiche rendono i trio gli alleati perfetti per i genitori di oggi.
La scelta è estremamente personale, consigliamo di non farsi prendere dall’entusiasmo del primo figlio e scegliere solo in base ad un fattore estetico, le caratteristiche pratiche sono quelle che maggiormente vi influenzeranno nel quotidiano.

Se siete al secondo figlio e volete trovare una soluzione che vi venga in aiuto nella gestione di due bambini, magari vicini di età i modelli fratellari sono ideali.
Questa soluzione permette di portare affiancati o una seduta passeggino e una navicella, così da semplificare il trasporto dei bambini, soprattutto se la differenza di età è minima.
Se invece il fratello/sorella maggiore, è grandicello e non vuole stare nel passeggino, un’ottima soluzione può essere costituita dalle pedane che si agganciano al telaio, consentendo di portare in piedi il grande, avendolo sempre sotto controllo. Alcune pedane sono complete anche di sellino, per permettere al bambino di sedersi nei tragitti più lunghi.

Passeggino duo e trio: le differenze che devi conoscere

Quando si parla di trio o duo si intende due gruppi di moduli diversi. Ad esempio il trio è composto da navicella, seduta passeggino e ovetto. Il duo solo da navicella e seduta passeggino.
Il trio solitamente torna utile per avere in un’unica soluzione tutto ciò che occorre per accompagnare il bambino nel corso dei mesi, ma se ad esempio vi hanno regalato l’ovetto auto potete optare per il duo evitando di trovarvi due ovetti auto.
Il telaio e altre parti del trio non sono diverse nelle due soluzioni, l’unica differenza sta nel numero di moduli.

Sei interessato a scoprire tutta la vasta gamma di passeggini per bambini proposta da La Casa Del Bebè? Visita il nostro sito, troverai tutto ma proprio tutto ciò che occorre per accogliere in grande stile il tuo bebè!

Pin It on Pinterest